Il viaggio di ritorno di Lucia: una “gioia inolvidable”


Archiviato in ItalianWays, video


Fino a prima di conoscere la signora Lucia, quello della comunità del nord Italia a Buenos Aires era un mondo a me ignoto. Date forse le mie origini meridionali o per pura coincidenza, mi sono sempre ritrovata ad incontri e feste organizzati da italiani provenienti dal Sud. Invece le associazioni venete di Buenos Aires sono molto attive e accoglienti e ciò lo dimostra l’evento a cui ho avuto il piacere di partecipare, in occasione dei festeggiamenti per il 25° anniversario della C.A.V.A. (Comité de las Asociaciones Venetas de Argentina) che si sono svolti nel salone dell’Associazione Trevisana.
Lucia, in quella associazione ci è cresciuta poiché la frequenta da sempre, insieme a tutta la sua famiglia.

I suoi genitori, di origini venete e piemontesi, sono sempre stati molto attivi all’interno di questa collettività e anche Lucia, nonostante non fosse nata in Italia ne ha sempre fatto parte e il suo sentimento d’appartenenza si è rafforzato quando ha conosciuto suo marito, anche lui emigrato dal veneto e figura di spicco all’interno della comunità veneta di Buenos Aires.Tra le tante storie che mi ha raccontato Lucia c’è una che mi ha colpita particolarmente ed è quella del suo viaggio delle radici a Moncrivello, in provincia di Vercelli, paese in cui era nata sua nonna.
Nel video che trovate in questa pagina, Lucia parla della sua esperienza quando si recò al municipio e scoprì che sua nonna era stata la seconda persona ad essere nata in quel comune, della sua casa di famiglia e dei sassi del paese che ha portato in Argentina come ricordo delle sue origini.
img4251

Ho scelto di filmare questa testimonianza perché ritengo che sia particolarmente rilevante ed emozionante perché mette in evidenza l’importanza che assume, per chi ha origini lontane rispetto al luogo in cui è nato, la conoscenza della propria storia familiare.
Conoscere le proprie radici definisce l’identità individuale, permette di sentirsi parte di un territorio e di assumere una maggiore consapevolezza di sé stessi e del mondo che ci circonda. Nel video si percepisce chiaramente il sentimento di Lucia nei confronti di questa esperienza che lei stessa definisce come una “GIOIA INOLVIDABLE”, una gioia indimenticabile.

Commenti

2 Commenti per “Il viaggio di ritorno di Lucia: una “gioia inolvidable””
  1. AUGUSTO ha scritto:

    cara Marina
    bellissimo il tuo articolo sulla mia mamma.
    nemmeno io avevo sentito parlare a mia madre su questo tema con tanta emozione.
    Mi e stato molto piacevole quello che tu hai potuto fare.
    grazie,

  2. Linda Carullo ha scritto:

    It is possible to translate your comments to English. I would love to read them….
    Thanks.

Lascia un Messaggio